Aree marine protette2021-04-29T16:45:20+01:00

Il ritrovamento in mare di una tartaruga ferita e l’eccitazione che segue alla sua liberazione dopo le cure degli esperti dell’Acquario di Livorno, è solo una tra le numerose attività realizzate da un pool di soggetti pubblici e privati che fanno della tutela della costa, del mare e dei fondali e delle tante specie di mammiferi, pesci e piante la loro missione.

La presenza a Livorno dell’Osservatorio Toscano per la Biodiversità, promosso dalla Regione Toscana, coordinato dall’uff. Ambiente del Comune di Livorno e inaugurato nel 2020, garantisce un monitoraggio attento e puntuale su tutto ciò che avviene nel “Santuario Pelagos”, lo specchio d’acqua di circa 87.500 km² individuato davanti alle coste della Toscana, della la Liguria, della la Sardegna, della la Francia e della Corsica.

Grazie all’OTB è possibile:

  1. a) sensibilizzare i cittadini sulle risorse e ricchezze biologiche marine e costiere che popolano il territorio;
  2. b) divulgare i risultati dei progetti realizzati in materia di biodiversità marina e turismo sostenibile (progetto transfrontaliero “EcoSTRIM”);
  3. c) individuare con ulteriore efficacia gli spiaggiamenti e gli avvistamenti di pesci e mammiferi;
  4. d) raccogliere dati e informazioni per produrre pubblicazioni scientifiche a vantaggio dei professionisti del settore così come per la fruizione dei cittadini attraverso specifiche attività di educazione ambientale.

A Livorno opera anche il Centro Interuniversitario di Biologia Marina ed Ecologia Applicata, un’associazione di diritto privato senza fini di lucro, costituita dal Comune di Livorno, dalle Università di Bologna, Firenze, Modena, Pisa, Siena, Torino e Cagliari nel 1967, impegnata nel settore della pesca e dell’oceanografia.

Il CIBM realizza indagini ambientali necessarie per la realizzazione di dragaggi, messa in opera di cavi e condotte, costruzione di moli, dighe, ripascimenti costieri, analisi di inquinanti, studi e valutazioni di impatto ambientale, gestione delle risorse ittiche, di aree marine protette. Al contempo promuove l’attività scientifica avanzata e specialistica a supporto di quella universitaria e post-universitaria nel settore ambientale e svolge attività di consulenza per Enti pubblici e privati in progetti di salvaguardia dell’ambiente marino e costiero.

Contattaci per saperne di più!
Torna in cima